Visto ieri: "The Florida Project", di Sean Baker. Gran film su povertà culturale e materiale, marginalizzazione, coscienza di classe, mancanza di possibilità, assenza di educazione e di welfare, responsabilità sociali nella moderna America che agisce solo in emergenza e naturalmente topolino. Mi è venuto in mente Pasolini. In italiano il titolo (un sogno chiamato Florida), sembra un tentativo disperato di non abbandonare il sogno americano. "Il Progetto di case popolari in Florida" si riferisce all'omonimo disagiato quartiere di New Orleans, a due passi da Disneyworld (e in origine Disneyworld si chiamava proprio "The Florida Project").